Investimento Sicuro: l’oro

Tra le tante forme di investimento esistenti, l’oro rappresenta da sempre una di quelle che più attraggono gli investitori, anche nei momenti di crisi.

Ci sono numerosi motivi se questo metallo ricopre un ruolo così importante nel mondo degli investimenti. L’oro risente dell’effetto dell’inflazione molto meno di altri asset.

Trattandosi di un bene fisico caratterizzato da una bassissima volatilità, non solo è praticamente assente il rischio di default, ma anche quello di subire grosse perdite è ridotto al minimo.

Concretamente per investire nell’oro esistono numerosi metodi, ognuno con le proprie caratteristiche.

Nello specifico si parte dal semplice acquisto del minerale fisico sotto forma di lingotti, monete o gioielli, che rappresenta sicuramente più tangibile e diretto di investire nell’oro.

Tra le altre possibilità vi sono poi quelle offerte dagli Exchange Traded Fund o dagli Exchange Traded Commodities, degli strumenti finanziari il cui valore rispecchia quello del metallo prezioso. Questo secondo caso è senza dubbio il più comodo da un punto di vista pratico, ma bisogna tenere a mente che gli asset appena descritti sono quotati in dollari e quindi anche il mercato monetario va ad influenzare i risultati.

Infine è possibile investire attraverso strumenti finanziari derivati, come futures e opzioni, i quali risultano però maggiormente rischiosi rispetto ai metodi precedenti e quindi consigliabili per investitori più esperti.

Criptovalute e Oro: Pro e Contro

Negli ultimi tempi, parlando di investimenti capita spesso di imbattersi nelle criptovalute. Ovviamente c’è un motivo e questo è da ricercarsi nell’enorme crescita in termini di valore che le monete virtuali, i bitcoin in particolare, hanno fatto registrare dal momento della loro nascita nel 2009.

Indubbiamente questo tipo di valute ha ottenuto numeri che nessun altro tipo di investimento è stato in grado di offrire. Tuttavia, oltre a valutare i risultati, mettendo in gioco i propri soldi, bisogna bilanciare attentamente i rischi.

Proprio sotto questo aspetto, le criptovalute perdono punti e appetibilità.

Il valore di un bitcoin e la sua crescita sono dati soprattutto dalle aspettative. Dunque risulta assente un vero aumento di valore sottostante e proprio questo sta creando diverse discussioni tra gli esperti del settore finanziario: sono diversi quelli che ritengono le criptovalute una bolla speculativa.

Come se ciò non bastasse, le criptovalute presentano ulteriori rischi legati in particolar modo alla tecnologia sottostante, la quale con il passare del tempo rischia di mostrare punti deboli o di venire superata da una tecnologia migliore.

La regolamentazione quasi assente pone grosse incognite circa la sicurezza delle operazioni e la possibilità di rivendita futura.

A tutto ciò si contrappone evidentemente l’oro, il cui valore rappresenta direttamente quello di un bene fisico concreto. Per questo motivo il suo prezzo è caratterizzato da una volatilità assolutamente bassa che si traduce in dei rischi minimi come già spiegato.

Merita un occhio di riguardo anche l’impatto ambientale, pur trattandosi di un discorso apparentemente abbastanza distante da quello finanziario.

Per capire la questione è necessario conoscere il funzionamento di una criptovaluta come il bitcoin. Questo si basa, in parole povere, su una catena di dati riguardanti tutte le transazioni effettuate. Questi dati devono essere verificati attraverso una procedura detta “mining”, la quale richiede una potenza di calcolo mostruosa. Concretamente si ricorre a dei computer particolarmente potenti, caratterizzati da un consumo energetico non indifferente.

Per fare un esempio: l’elettricità consumata da ogni transazione risulterebbe sufficiente a ricaricare per più di due volte la batteria di una Tesla Model S, la famosa berlina elettrica.

Anche in questo caso, rappresentando un elemento opposto, l’oro può essere anche acquistato usato con grandi vantaggi dal punti di vista ecologico e anche economico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *