Opzioni binarie: le prime basi per investire

Prima di iniziare ad investire nelle opzioni binarie è importate avere ben chiaro in testa di cosa si tratta e come funziona questo tipo di speculazione. Molte delle persone che si dedicano a questo tipo di attività lo fanno in modo superficiale, attratte dagli elevati guadagni che si possono ottenere. Purtroppo guadagnare con le opzioni binarie non è così facile come sembra, anche se si tratta di un tipo di attività alla portata di chiunque.

Perché investire nelle opzioni binarie

Gli investimenti classici comportano l’acquisto di un bene, che va poi rivenduto per ottenere un guadagno. Oppure si possono investire i propri soldi in fondi , che ci garantiscono un certo guadagno dovuto alla compravendita di titoli azionari o di altri tipi di beni mobili o immobili.

Tutti questi investimenti hanno alcune caratteristiche negative, tra cui le principali consistono nel necessitare di ampi capitali per riuscire ad ottenere un buon guadagno e nel fatto che spesso è praticamente obbligatorio attendere tempi lunghi per ottenere un guadagno, mesi o anche anni. Le opzioni binarie sono perfette per chi vuole un guadagno rapido e ha un capitale ridotto.

Stiamo infatti parlando di speculazioni della durata di alcuni minuti, o anche ore, giorni al massimo, che quindi se andate a buon fine ci portano rapidamente il guadagno sperato. Inoltre è possibile investire anche con capitali minimi, pari a qualche centinaio di euro. Del resto i guadagni possono essere vicini al 90% di quanto investito.

Come si guadagna con le opzioni binarie

Per guadagnare con le opzioni binarie si deve scegliere un bene qualsiasi, ad esempio un titolo azionario. Per investire si deve prevedere cosa avverrà nella quotazione di detto titolo dopo un arco di tempo ben preciso e definito. Ad esempio dopo un’ora.

Se la nostra previsione è corretta riceveremo un compenso pari a circa il 90% di quanto investito, se invece abbiamo effettuato una previsione sbagliata, allora ciò che abbiamo investito sarà perso. Esistono alcuni broker che offrono ai loro cliente la restituzione di parte di quanto perso, che però in genere non supera il 10-15%. Quindi i guadagni possono essere altissimi, ma lo è anche il rischio di perdere rapidamente tutto il proprio capitale.

Si tratta quindi di affrontare diverse difficoltà, tra cui la scelta del broker più adatto, la scelta del mercato e dell’asset su cui investire e, da ultimo, la previsione corretta sull’andamento della quotazione del bene scelto.

I broker

Il broker è la società di intermediazione tramite cui possiamo fare investimenti con le opzioni binarie. Per vedere come funziona questo tipo di attività è possibile sfruttare, ad esempio, IQ Option demo, un conto dimostrativo che ci permette di fare i primi affari senza spendere neppure un euro.

Andremo ad operare sul mercato reale, utilizzando però della valuta del tutto virtuale, in modo da capire quale sia la prassi di questo tipo di investimento e quali siano le nostre capacitò di previsione. Per rendere più accurato il nostri giudizio sarà poi necessario cominciare ad approfondire tutto ciò che riguarda la finanza e i mercati mondiali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *